Via del Mare (ovvero: scritto per un concorso perso)

Dopo l'intrinseca velocità data dalla spensieratezza della giornata che si avvia alla fine, la banchina riposa. Rallenta il respiro del paese che, come ogni anno e in modo sempre più triste, si avvia alla chiusura della stagione. Nei negozi di regali e ricordi che punteggiano la strada parallela alla via del mare si percepisce negli …

Annunci

Maledette obliteratrici

“Ma dai e timbra!” Se fosse stata umana l’avrebbe spintonata, e invece si limitava a strattonare il biglietto dentro e fuori, a destra e a sinistra dentro la macchina obliteratrice. Con una veemenza che, però, rispettava la carta. I nervi delle braccia che sapevano trattenersi entro i limiti dello strappo. Lo sguardo accigliato di chi …

Un Sabato Italiano

Correva l'anno XIV E.F., che corrisponde al 1936. Era un sabato di un aprile già particolarmente caldo, e noi nuotavamo in uno di quei climi che nella bassa padana cuociono le braccia degli agricoltori, rendendole dorate fin dai primi giorni di maggio. Le nostre piccole divise, perfette in ogni dettaglio, risaltavano nere sulla terra chiarissima …

La procrastinazione è una malattia. Curati più tardi.

"Dovrei proprio mandare questo messaggio, giusto per tenere l'attenzione alta su questa cosa nel gruppo Whatsapp. Adesso lo mando." Ma le mani non si muovono. Cosa ti succede? Fino a due secondi fa non eri tetraplegico, nè avevi le dita anchilosate. Controlli meglio: stai facendo altro. Il piccolissimo centro di controllo nel tuo cervello si …

“Un’ultima cosa inutile”, c’era scritto.

"Non ti meriti nessuna delle mie ubriacature, dei miei sbandamenti, dei miei ripensamenti. Vado dritto come un fuso verso il nulla pur di non tornare indietro. Non vali un'unghia delle persone che ho amato veramente, e non ho sacrificato che quarantotto ore sull'altare della tua memoria, insieme a quel poco di speranza che tu non fossi …

Cielo plumbeo con possibilità di rovesci (ovvero: “Mala tempora currunt”)

La nostra cultura, la nostra società e il nostro modo di concepire il mondo sono di carattere estremamente positivo. Come immersi in un liquido, non ci rendiamo conto delle bellezze del nostro tempo perchè ne siamo avvolti. Abbiamo scritto e fissato per le generazioni a venire i diritti dell'uomo, perchè tutti possano vivere senza la paura …